Gli artisti in Galleria

Nunzio Di Stefano

Nunzio Di Stefano - Cagnano Amiterno (AQ) 1954 Nunzio Di Stefano, in arte Nunzio, nasce nel 1954 nel piccolo centro aquilano di Cagnano Amiterno, per trasferirsi a studiare all'Accademia delle Belle Arti a Roma.
Di Stefano si diploma nel 1977 in Scenografia con Toti Scajola.

L’artista si è dedicato ad indagare possibilità espressive e formali della materia e le sue correlazioni con la luce e lo spazio con la creazione di opere con un elevato significato metaforico.

I suoi studi con il maestro Toti Scaloja lo hanno fatto esordire nel 1980 con serie di grandi superfici ondulate e irregolari di gesso dipinto, composte da due o tre elementi ancorati alla parete, che segnano subito il percorso dell’artista sempre orientato a esplorare le possibilità espressive della materia e del suo rapporto con la luce e lo spazio. (Ombra 1980; Quarto ponte 1980; Caimano 1984).

Dalla metà degli anni Ottanta inizia ad utilizzare nuovi materiali come ferro e lamine creando forme più strutturate e di rigore geometrico iniziando anche combustioni sul legno, talvolta insieme all’uso del piombo, che caratterizzano la sua produzione matura (Odissea, 1986; Ebrezza, 1988). Dagli anni Novanta si è dedicato anche al disegno, al pastello e alla tecnica mista, elaborando forme astratte che preludono all’attività scultorea, nella quale sperimenta anche l’uso del bronzo (Ombre1995).

Dopo la prima personale a Bolzano (Galleria Spatia, 1980) e le collettive dei primi anni Ottanta con i cosiddetti artisti del Quartiere San Lorenzo di Roma, presso la Galleria La Salita e la Galleria L’Attico, ha continuato ad esporre in importanti mostre in Italia e all’estero (New York, Annina Nosei Gallery 1985; Darmstad, Osaka Kodoma Gallery 1994 Festival dei due Mondi a Spoleto, Bologna Galleria d’arte moderna Villa delle Rose, 1995; Bergamo Galleria Fumagalli nel 2000 e nel 2005 al MACRO di Roma.

Ha ottenuto significativi riconoscimenti dal premio Duemila per i giovani della Biennale di Venezia del 1987 e alla Menzione d’Onore della stessa Biennale nel 1995.

Nunzio Di Stefano Gallery